Perché la trasformazione delle reti è un fattore chiave per le strategie di Mobile Banking

Molte istituzioni finanziarie stanno affrontando il crescente bisogno di investire nelle strategie di Mobile Banking per mantenere e contemporaneamente attrarre nuovi clienti.

Nell’attuale era digitale, i clienti sono abituati ad avere un approccio incentrato sul massiccio utilizzo degli smartphone nella loro quotidianità e auspicano, anche per il Banking, di poter usufruire dei medesimi servizi. Per le banche, questo rappresenta un passaggio necessario per consentire la crescente economia delle app sulla quale contano gli utenti.

Servizi e applicazioni cloud permettono alle istituzioni finanziarie di venire incontro alle esigenze del cliente e forniscono solidi servizi tra una moltitudine di dispositivi e location diverse. Oggi giorno, i clienti utilizzano apposite app per accedere al proprio conto corrente e richiedere prestiti da remoto. Tuttavia, per consentire alle app prestazioni efficienti e coinvolgere i clienti, la connessione risulta essere di fondamentale importanza per garantire velocità, sicurezza e affidabilità, necessarie per gestire il crescente volume di dati sensibili quotidianamente raccolti e trasmessi dalle banche.

Attivare il banking moderno grazie a una rete potente

I network tradizionali funzionavano bene quando la domanda di mercato delle aziende era meno dinamica, oggi invece il business deve essere flessibile ed innovativo. Molto spesso le applicazioni non sono scalabili in modo abbastanza veloce, per questo i cicli di deployment possono diventare lunghi e scomodi. Queste nuove applicazioni cloud-based devono essere collocate all’esterno delle reti interne tradizionali precedentemente utilizzate, e richiedono un modello di network maggiormente flessibile.

La risposta risiede nelle architetture Software-Defined Networking (SDN), come le software-defined wide area networks (SD-WAN), che supportano le aziende nella trasformazione delle proprie reti fisiche in reti virtuali on-demand. La struttura di queste architetture di rete sta consentendo alle banche di creare dei network sempre più attivi, veloci e flessibili rispetto al passato, essenzialmente rinforzando i loro servizi mobile e cloud-based e permettendo, quindi, ai clienti di usufruire dei servizi senza alcuna interruzione. Read More

Annunci

Fortinet presenta le soluzioni di sicurezza integrata e protezione dalle minacce per le auto connesse del futuro

lucchettoIn occasione di CES 2018, Fortinet in collaborazione con Renesas presenta soluzioni all’avanguardia di cybersicurezza per proteggere i domini delle auto connesse, compresa propulsione, telematica e sistemi infotainment

Fortinet (NASDAQ: FTNT), leader globale in cybersicurezza estesa, integrata e automatizzata, presenta le soluzioni avanzate nel settore per le automobili connesse del futuro in occasione di CES 2018, l’ultima edizione della fiera mondiale dedicata all’elettronica di consumo.

Fortinet e Renesas hanno collaborato a un prototipo di soluzione di sicurezza che affronta i principali rischi di cybersicurezza dell’attuale architettura di rete delle auto connesse. Le recenti violazioni cibernetiche evidenziano la necessità urgente di sicurezza integrata per queste reti di veicoli sempre più sofisticate; ricordiamo l’accesso non autorizzato alla Jeep Cherokee del 2015, in cui un gruppo di hacker irruppe wireless nel veicolo controllandone elettronicamente le funzioni vitali, e il più recente accesso non autorizzato al bus CAN di Tesla Model S, che ha interferito con freni dell’auto, chiusura porte e computer di bordo per 12 miglia.

Al CES, Fortinet e Renesas mostreranno in che modo la tecnologia Fortinet Security Fabric in esecuzione su SoC R-Car H3 fornisce gestione della politica di sicurezza e protezione automatizzata di propulsione e comunicazione nel veicolo, incluso modulo LTE, modulo di comunicazione tra veicoli, punto di accesso wireless, modulo di controllo motore e altro. Supportata dalle funzioni di sicurezza su chip di R-Car H3 Renesas, Fortinet protegge le comunicazioni tra i domini e impone politiche che limitano l’accesso tra determinati domini al fine di mitigare e controllare potenziali minacce cibernetiche. Dimostrazioni specifiche di finti cyberattacchi IPS e DDoS dimostreranno in che modo FortiOS protegge automaticamente i dati trasmessi da un servizio cloud pubblico al sistema di intrattenimento dell’auto. Read More

I tre step al GDPR nell’approccio di Npo Sistemi

Ecco come Npo Sistemi propone alle aziende l’assessment alla norma GDPR in vigore dal prossimo 25 maggio

Francesco_GalloCol nuovo anno da poco iniziato è ormai tempo per le aziende di allinearsi al GDPR. Com’è noto, le regole di questa normativa si applicano alle organizzazioni che operano all’interno della Comunità europea (indipendentemente da dove si trovi l’headquarter), che conducono attività di monitoraggio in Europa e che richiedono l’utilizzo di dati personali. In questo contesto le organizzazioni dovranno essere a brevissimo più proattive e possedere una predisposizione alla privacy che tenga conto del livello di rischio.

“Occorre un nuovo orientamento alla gestione della sicurezza dei dati personali — ha illustrato Francesco Gallo, Head of Software & Data Solutions di Npo Sistemi. — Un orientamento basato sulla responsabilità del titolare del trattamento dei dati nel determinare e implementare misure specifiche e adeguate per la protezione dei dati stessi. Tutto ciò comporta la necessità di analizzare le criticità connesse al trattamento dei dati per identificare i gap e le opportune misure tecnologiche e organizzative da attuare per garantire un livello di protezione adeguato”.

“Sostanzialmente — ha dichiarato Gallo — Npo Sistemi opera in modo consulenziale a quattro mani con l’Azienda-Cliente partendo dai processi per arrivare fino all’individuazione di un elenco delle attività necessarie, declinate nello specifico contesto. Valutiamo poi, sempre assieme all’Azienda-Cliente, il coefficiente di rischio relativo alla propria realtà per determinare quali siano le azioni correttive da implementare. Il nostro valore aggiunto si esplica nel saper studiare il contesto, divenendo esperti dei processi del nostro Cliente e successivamente stabilendo assieme ad esso le priorità di intervento”.

Npo Sistemi si propone dunque alle aziende come interlocutore unico per le esigenze di adeguamento al GDPR, ovvero per tutto il percorso che va dall’analisi dello scostamento della situazione iniziale in termini di processi e tecnologia, fino ad arrivare – attraverso tre fasi specifiche – all’obiettivo di compliance. Read More

Digital Transformation Day per AUSED

logo_ausedIl 25 gennaio AUSED propone un incontro sul Cloud come protagonista delle strategie e dei progetti di innovazione IT nelle aziende italiane

Il prossimo 25 gennaio, dalle ore 15.30, presso il Talent Garden – Milano Calabiana di via Arcivescovo Calabiana 6, si svolgerà il Digital Transformation Day nel quale verrà affrontato il tema del Cloud quale protagonista delle strategie e dei progetti di innovazione IT nelle aziende italiane.

Organizzato da AUSED, col contributo di Oracle, Socio Sostenitore Aused e Main Partner dell’evento, e di Reply Consulting, verranno affrontati i temi ICT che accompagneranno i CIO e le aziende per tutto il 2018: dall’Open Innovation al Cloud come Strategia, da un nuovo approccio per Planning, Budgeting & Cost Management dell’ICT al GDPR, dalla Blockchain negli scenari di Business a come sfruttare l’IoT per “use case” di successo.

Un evento da non perdere per iniziare bene il 2018!

Le iscrizioni sono aperte tramite il link https://urly.it/227b8 Read More