Extreme Networks: soluzioni all-Ethernet Open Fabric

Un’architettura di rete 40 Gigabit Ethernet ottimizzataper i cloud e i data center di prossima generazione

Extreme Networks ha annunciato il raggiungimento del traguardo di 300 clienti per la propria soluzione all-Ethernet Open Fabric, che fa leva su tecnologie di rete 40 GbE basate su protocolli standard aperti quali M-LAG (Multi-Switch Link Aggregation) e Data Center Bridging (DCB). Con 300 implementazioni in tutto il mondo, Extreme Networks vanta un numero di installazioni Open Fabric doppio rispetto a quello registrato da Juniper QFabric, secondo le cifre comunicate dalla stessa Juniper durante la presentazione dei risultati finanziari del 24 aprile scorso.

“Dispositivi mobili, applicazioni web e infrastrutture cloud stanno determinando uno dei periodi di più intenso aggiornamento degli ultimi 20 anni”, ha osservato Oscar Rodriguez, Presidente e CEO di Extreme Networks. “La nostra leadership nel mercato del fabric di rete 40 GbE consente ai nostri clienti di effettuare gli upgrade delle reti in vista delle nuove applicazioni mobili, per il cloud e il data center. La nostra soluzione all-Ethernet Open Fabric è ben posizionata per ampliare la propria quota di mercato”.

Tra le organizzazioni che si affidano a Extreme Networks Open Fabric figurano per esempio LINX, VMware e il Wellcome Trust Sanger Institute, oltre a importanti carrier mobili. Circa la metà dei clienti di Open Fabric è formata da data center aziendali, un quarto è costituito da operatori mobili, mentre il 20% riguarda data center cloud-scale. I restanti clienti sono rappresentati da realtà specializzate in high performance computing (HPC) ed enti governativi che operano nel settore della sicurezza.

La soluzione Extreme Networks Open Fabric è disponibile integrata negli switch di nuova generazione come i modelli Summit X650 e X670 e i recenti switch BlackDiamond X8. Disponibile dallo scorso mese di febbraio, il modello BlackDiamond X8 si è già aggiudicato diversi riconoscimenti come il prestigioso 2012 Data Centre Product of the Year Award assegnato dall’edizione britannica della rivista Network Computing.

“Il modo più indicato per valutare l’impatto del cambiamento prodotto dai nuovi data center è quello di analizzare l’adozione di design di rete più efficienti e rapidi da parte di una fascia di clienti”, ha spiegato Zeus Kerravala, Principal Analyst di ZK Research. “Extreme Networks riconferma la propria strategia rivolta alla mobilità, e questo ha un’importanza fondamentale”.

L’architettura di switching per cloud e data center Open Fabric di Extreme Networks si traduce in un incremento delle performance, livelli ultra-bassi di latenza, funzionalità di storage convergente come DCB ed elevata efficienza energetica. I prodotti Summit X670, Summit X650 e BlackDiamond X8 forniscono ai clienti un’architettura 10 e 40 GbE altamente flessibile e automatizzata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...