Esprinet: la crescita 2013 condizionata ai big data e ai mobile device

Nonostante qualche ombra macroeconomica e un calo nei ricavi consolidati, il Gruppo Esprinet ha chiuso il 2012 con una crescita sia del risultato operativo, sia dell’utile netto e ha recuperato quote di mercato. Il gruppo Esprinet pensa che la crescita possa essere legata alla capacità di capitalizzare la posizione di forza nel comparto big data e di sfruttare le relazioni con i fornitori di mobile device.

esprinetEsprinet: la crescita 2013 condizionata ai big data e mobile device. Nonostante qualche ombra macroeconomica e un calo nei ricavi consolidati, il Gruppo Esprinet ha chiuso il 2012 con una crescita sia del risultato operativo, sia dell’utile netto e ha recuperato quote di mercato.

La Spagna, ha marginato bene, da una perdita dello scorso anno, ha chiuso l’anno 2012 in utile. Sono queste alcune delle informazioni che si desumono dal resoconto intermedio di gestione al 31 dicembre 2012 così come esaminato e approvato dal consiglio di amministrazione di Esprinet.

In sintesi, per il 2012, il Gruppo Esprinet ha realizzato 1.931,9 milioni di euro, in calo dell’8% rispetto a 2.096,5 milioni di euro al 31 dicembre 2011. Il margine commerciale lordo è sceso del 4% passando da 137,8 milioni di euro a 131,7 milioni di euro. Il dato positivo arriva dal risultato operativo che è cresciuto del 55% passando da 23,6 milioni di euro a 36,7 milioni di euro e l’utile netto è passato da 8 milioni di euro a 23,4 milioni di euro. Il gruppo ha realizzato un surplus di liquidità pari a 61,1 milioni di euro rispetto ai 42,7 precedenti. Il rendiconto del gruppo spiega che “la situazione finanziaria puntuale di fine anno si riconnette a un livello di capitale circolante il cui andamento medio non trova tuttavia piena e significativa rappresentazione nei dati di fine periodo, risultando questi ultimi impattati oltre che dal fattore stagionale anche da elementi estranei al mero trend del circolante. Tra questi si segnala per importanza il minore ricorso ai programmi di factoring “pro soluto” ed il relativo effetto sul livello dei crediti commerciali di fine anno, trattandosi di programmi che realizzano il completo trasferimento dei rischi e dei benefici dei crediti in capo ai cessionari consentendone quindi l’eliminazione dall’attivo patrimoniale. L’effetto sul livello dell’indebitamento netto dei programmi di fattorizzazione “pro-soluto” di crediti commerciali a fine esercizio 2012 è stimabile in circa 90 milioni di euro (circa 179 milioni di euro al 31 dicembre 2011)”.

Esprinet Italia ha registrato ricavi netti per 1.467,5 milioni di euro in diminuzione del 7% rispetto a 1.576,1 milioni di euro del 2011. Il margine commerciale lordo è pari a 109,6 milioni di euro in calo del 4% rispetto a 113,6 milioni di euro del 2011. Il risultato operativo è stato pari a 31 milioni di euro in riduzione del 12% rispetto al valore del 2011. La Spagna ha realizzato ricavi netti per 464,4 milioni di euro in calo dell’11% rispetto ai 520,3 milioni di euro del 2011. Il margine commerciale lordo è stato pari a 22 milioni di euro in diminuzione del 9% mentre il risultato operativo è stato positivo per 5,7 milioni di euro contro una perdita precedente di 11,5 milioni di euro.

Esprinet ricorda, in generale, come in Italia si sia appena effettuato il cambio di sede, da Nova Milanese a Vimercate presso l’Energy Park che, in termini di costi sostenuti per il trasferimento, si parla di circa 1,57 milioni di euro, contabilizzati nel quarto trimestre del 2012.

Nei Paesi nel quale il Gruppo opera la domanda di tecnologia è colpita dalla crisi in misura ancora più netta: l’Italia segna il secondo peggiore risultato tra i paesi europei da inizio anno (-8%, in linea con la previsione di chiusura 2012 di Sirmi, gennaio 2013) preceduta solamente dalla Spagna (-9%), con indicatori di breve periodo ancora più negativi (in novembre e dicembre -9% e -7% per l’Italia, -20% e -9% per la Spagna).

La posizione competitiva del Gruppo è in rafforzamento dal momento che la quota di mercato di Esprinet è in crescita in Italia e stabile in Spagna, anche grazie alla capacità di indirizzare il nuovo business legato alla mobilità (smartphone e tablet) che ha in parte controbilanciato l’andamento negativo del comparto dell’informatica più tradizionale basata sui “PC Client”.

Più in generale le dinamiche attese riguardo alla domanda di Information technology e beni durevoli in generale per il 2013 non prevedono sostanziali mutamenti negli indici che misurano la capacità di spesa e/o la fiducia di consumatori e imprese. Ne consegue che il comparto dei beni durevoli vedrà un’ulteriore sospensione degli investimenti e un aumento della vita media del parco tecnologico installato. L’andamento debole della domanda e la contrazione dei consumi si protrarrà fino a metà 2013 circa, essendo prevista un’ulteriore riduzione del reddito spendibile in presenza di una propensione ad intaccare il risparmio che non dovrebbe consentire di compensare effetti depressivi sul lato della domanda. Nello scenario delineato si collocano due fenomeni tecnologici che dovrebbero catalizzare lo sviluppo: Mobility e Byod (“Buy your own device”).

Per quanto attiene al 2013 il Gruppo reputa che la propria crescita risulterà funzione della capacità di conquistare quote di mercato a scapito dei concorrenti e di saper capitalizzare la propria posizione di forza nel comparto “big data” e di sfruttare al meglio le relazioni con i fornitori di “mobile device”. La naturale selezione degli operatori presenti sul mercato, che già nel 2012 ha portato in Italia alla crisi di alcuni rilevanti operatori italiani e internazionali, potrebbe rappresentare una fonte di ulteriori opportunità per il Gruppo anche alla luce della progressiva maturazione del mercato. La situazione attuale di difficoltà di accesso al credito per molti clienti potrebbe tuttavia rappresentare un freno alle iniziative di crescita. Il Gruppo ribadisce tuttavia il proprio impegno e focus nell’identificazione dei clienti maggiormente meritevoli di credito su cui investire in termini di risorse e progettualità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...