Il vero incubo degli italiani? Esaurire la memoria del proprio smartphone

Secondo la ricerca di Western Digital Corporation il 50% degli utenti italiani si rammarica di aver cancellato foto o video importanti per liberare spazio sul proprio dispositivo mobile

La nuova ricerca di Western Digital Corporation (NASDAQ: WDC) sulle memorie per dispositivi mobili (Mobile Storage Solution Research), che prende in esame i comportamenti e le interazioni degli europei con i contenuti digitali, conferma che lo storage rappresenta un vero e proprio incubo per i nostri connazionali. Secondo lo studio, infatti, circa un terzo della popolazione italiana (33%), ogni mese esaurisce lo spazio disponibile sul proprio smartphone e ben il 46% si trova in questa situazione almeno ogni tre mesi.

Lo studio di Western Digital Corporation, in collaborazione con YouGov Plc, si basa su un campione di 1.030 consumatori adulti italiani ed è stato condotto tramite sondaggi online, tra il 29 gennaio e il 5 febbraio 2018.

La ricerca rivela che la metà degli italiani (50%) è pentita di aver dovuto cancellare foto o video di momenti importanti per liberare spazio sul proprio smartphone e tra questi ben il 25% sarebbe disposto ad eliminare una propria foto piuttosto che sacrificare quella dei propri cari o del proprio animale domestico.

“La nostra ricerca mette in evidenza la forte pressione a cui gli utenti sono sottoposti quando si tratta di scegliere quali dati conservare sui propri dispositivi mobili.” spiega Luca Marazzi, Country Manager WD e SanDisk Italia, Grecia, Cipro e Malta.  “L’utente medio, in Italia, arriva a scattare 21 foto e a filmare 7 video a settimana con il proprio smartphone, e sappiamo quanto le dimensioni di immagini e video aumentino con rapidità, contribuendo così ad esaurire la memoria del dispositivo.”

Nonostante questo, i nostri connazionali sembrano essere poco propensi ad effettuare un regolare backup del proprio dispositivo, costringendosi così ad eliminare almeno una volta al mese (70%) file e dati per ottenere più spazio di storage, mentre i più recidivi almeno una volta a settimana (36%).

Lo studio ha preso in esame anche l’aspetto legato alla sicurezza. Il 55% degli intervistati, infatti, ha dichiarato di essere preoccupati e molto preoccupati che i file e i dati memorizzati sul proprio smartphone possano essere rubati o persi per un malfunzionamento del dispositivo. E il 42% di essi afferma di aver perso foto o video importanti proprio per non aver eseguito il backup.

Tuttavia, solo il 26% degli italiani esegue regolarmente il backup dei propri smartphone con una frequenza di almeno una volta alla settimana, mentre l’11% non esegue mai il backup dei propri file ed esclude il backup automatico e la sincronizzazione dei dati.

“Spesso si fatica a comprendere che il backup è il modo più semplice e sicuro per trasferire e archiviare foto, video, dati e documenti importanti, senza esser costretti ad eliminarli. Basta collegarsi a qualsiasi dispositivo, o tramite Wi-Fi; eseguendo un backup anche da remoto è possibile salvare i propri file e mantenerli al sicuro, qualunque cosa accada al nostro smatphone.”  prosegue Luca Marazzi – “Per questo Western Digital Corporation, con i brand WD e SanDisk è costantemente al lavoro per offrire ai consumatori le soluzioni e gli strumenti di backup più innovativi, veloci e semplici da usare, fornendo supporto per il trasferimento di un numero sempre maggiore di dati da un dispositivo all’altro, conservando i propri ricordi in digitale, in un luogo sicuro e protetto.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...