Cisco: Paolo Campoli nominato Head of Global Service Provider Business per il Sud Europa

ciscoPaolo Campoli è stato nominato Head of Global Service Provider Business per il Sud Europa di Cisco.

In questa posizione,  Campoli ha il compito di gestire l’intero ciclo di vendita e lo sviluppo di nuove opportunità nel mercato Service Provider in Italia,Spagna e Grecia, avendo la responsabilità del P&L Cisco verso i principali service provider di questi paesi, quali, per l’Italia, TIM.

Campoli, 51 anni, ha iniziato la sua carriera in Siemens- Italtel; è entrato in Cisco 18 anni fa, nel 1998, come Consulting Engineer EMEA, occupandosi delle architetture DOCSIS, di Broadband Access e di soluzioni per la mobility con i principali operatori europei, avviando una carriera che lo ha portato a ricoprire posizioni di crescente ampiezza e responsabilità in ambito enterprise e service provider.

Dal 2001, come Senior Manager del Central Marketing di Cisco Europe, ha guidato lo sviluppo di pacchetti di soluzioni verticali  per il mercato Enterprise, per il Triple Play e le soluzioni FTTH in area Service Provider.

Nel 2004 è entrato nella struttura Sales come Director of SP Business Development, inizialmente per il mercato verticale Challenger; dal 2007 come Senior Director ha assunto la guida di tutta la struttura Vertical Sales Development di Cisco per le Telco nei mercati europei. In quell’anno è stato anche incaricato di guidare le strutture Service Provider Architectures SP e Technical Operations, innovando i processi di requisitazione ed allineamento con la Corporation per il mercato EMEAR

Nel 2010, come conseguenza dell’acquisizione da parte di Cisco Systems  di Scientific Atlanta e di Kiss, l’unità dedicata al Consumer Video è entrata a far parte delle sue responsabilità, creando il primo team Cisco che integrava business e tecnologie correlando Network, Devices e Cloud.

Nel 2011 è diventato Head of SP Architectures e CTO per l’Europa e i mercati emergenti, ruolo che nel 2013 si è ampliato includendo anche le vendite overlay per l’Unified Data Center rivolte ai service provider strategici dell’area EMEAR.

Nel 2014, infine, il manager ha colto la sfida di realizzare e guidare la struttura vendita e supporto verso i maggiori Service Providers del Middle East ed Africa, realizzando alcuni dei progetti IP e Datacenter più complessi  negli Emirati Arabi, in Arabia Saudita, Qatar, Pakistan, Sud Africa, Nigeria e Maghreb. Read More

Annunci

CEFRIEL, CISCO E ITALTEL INSIEME PER IL “MADE IN ITALY 4.0”

cefrCEFRIEL, CISCO e ITALTEL uniscono le forze per promuovere l’Industry 4.0 nel tessuto imprenditoriale italiano. La collaborazione ha l’obiettivo di supportare le aziende del Paese nel processo didigital transformation tramite l’utilizzo delle tecnologie IoT nell’ambito industriale.

La collaborazione di CEFRIEL, unica azienda italiana a essere inserita da Gartner tra i “Cool Vendors in IoT Solutions 2016”, con due prestigiose realtà come CISCO e ITALTEL, da alcuni anni attive con specifici progetti in ambito IoT, vuole infatti offrire un supporto continuativo e dinamico alle aziende per attivare progetti di “co-innovation industry4.0”. Particolare attenzione sarà dedicata al settore manifatturiero con la realizzazione di progetti di “Smart Manufacturing”.

“L’accordo si inserisce nel panorama economico attuale che riconosce l’importanza dell’evoluzione dei processi industriali in un’ottica d’innovazione e digitalizzazione”, commenta Alfonso Fuggetta, AD di CEFRIEL, “I progetti di Industry 4.0 puntano infatti a valorizzare le realtà imprenditoriali in un’ottica di ‘digital transformation’, intesa come approccio costruttivo che ingloba e potenzia i processi e gli asset tecnologici già presenti nell’azienda”. Read More

Cisco cede Linksys a Belkin

Cisco cederà la divisione home networking (Linksys) a Belkin. L’acquisizione sarà conclusa a marzo 2012. Con questa mossa Belkin deterrà il 30% del mercato Usa home e Pmi

ciscoCisco cederà la divisione home networking (Linksys) a Belkin. L’acquisizione sarà conclusa a marzo 2012per una cifra che non è stata resa nota.

Con questa mossa Belkin deterrà il 30% del mercato Usa home e Pmi, un’arena in cui vuole ritagliarsi un ruolo di player della connected home e delle reti senza fili. Lo chief executive di Belkin, Chet Pipkin, esprime entusiasmo per l’operazione.

All’ultima edizione del CES 2013 Linksys aveva rinnovato le soluzioni Smart Wi-Fi Linksys destinate all’Home Wireless, con tre nuovi Router Smart Wi-Fi 802.11ac, un nuovo Adapter USB 802.11ac, nuove caratteristiche e nuove app Smart Wi-Fi., per offrire modalità più smart per controllare la rete domestica e i dispositivi ad essa connessi.

Belkin conta 1.200 dipendenti in 21 Paesi. I dipendenti di Linksys si uniranno al team di Belkin. Il quartier generale di Linksys rimarrà aperto anche una volta completata l’acquisizione. Cisco aveva comprato Linksys nel 2003, ma di recente il colosso del networking ha cessato di voler affermarsi nel mercato consumer, per rifocalizzarsi in quello enterprise. Nei mesi scorsi Cisco ha anche venduto le Flip Camera e ha proceduto con la fusione della divisione videoconferenze Umi con il dipartimento focalizzato nel business.

Arabia Saudita: Italtel ottiene la certificazione Cisco Mobile Internet Technology (ATP-MIT)

Riyadh, Arabia Saudita  – Italtel, leader nell’integrazione di prodotti e Servizi per reti Ip di nuova generazione, annuncia che la propria filiale in Arabia Saudita ha ottenuto la certificazione di Cisco Authorized Technology Partner – Mobile Internet Technology (ATP-MIT). Italtel Arabia è il primo partner Cisco a conseguire questa certificazione nel paese medio orientale.

Attribuendo questo riconoscimento, Cisco ha riconosciuto che Italtel Arabia ha sostenuto gli investimenti necessari per la ATP – Mobile Internet Technology in termini di apparati tecnologici e formazione del personale dimostrando inoltre la propria capacità di vendere, installare e supportare i clienti nella fornitura di prodotti e soluzioni Cisco di Mobile Internet in Arabia Saudita e nei paesi limitrofi del Medio Oriente.

La certificazione ATP-MIT permette a Italtel di migliorare l’offerta verso i service provider di soluzioni di Mobile Internet, segmento in costante crescita per la diffusione progressiva di smartphone e altri device mobili che accedono e condividono in mobilità contenuti multimediali attraverso la rete – ha detto Camillo Ascione, responsabile Product Unit Cisco & ICT Solutions di Italtel. Italtel è fortemente impegnata a sviluppare la propria presenza e capacità d’offerta come partner Cisco nei mercati EMEA e Latam. Oltre che in Arabia Saudita, attualmente l’azienda ha ottenuto certificazioni ATP-MIT anche in Italia e Argentina e nei suoi piani c’è un’ulteriore espansione nei prossimi mesi”. Read More