Gruppo CMT mette in cloud documenti e fatture dei clienti

Luigi Caruso: “ll Cloud ha chiari vantaggi: l’offerta di servizi è duttile e scalabile, ed è possibile ampliare rapidamente l’infrastruttura e dedicare delle macchine ai clienti che si sentono più sicuri avendone una ‘propria’ anche se in Cloud

GruppoCMTIl Gruppo CMT – specializzato nella Gestione Digitale delle Comunicazioni – ha illustrato durante il convegno di presentazione dei risultati dell’Osservatorio Cloud e ICT as a Service del Politecnico di Milano, il progetto di migrazione in cloud di documenti e fatture.

Spiega Luigi Caruso, Presidente del Gruppo CMT: “Negli ultimi cinque anni abbiamo dovuto confrontarci con una rapida evoluzione di questi ambiti: la conservazione sostitutiva, la fatturazione elettronica verso la PA, e la fatturazione elettronica tra aziende, che sembra ormai imminente. Evoluzione che ha implicato per noi la necessità di adeguare velocemente le infrastrutture alle sempre crescenti esigenze di analisi e di conservazione dei dati, e quindi di elaborazione e di storage. Poter tracciare puntualmente il percorso della singola fattura digitale per esempio, dal punto di vista di Gruppo CMT, significa dover gestire una grossa quantità di dati raccolti. Nel valutare le alternative, pur con una iniziale reticenza, comune a molte aziende – soprattutto per il tema della sicurezza dei dati – ci siamo resi conto che l’unica possibilità di avere a disposizione rapidamente un’infrastruttura flessibile e scalabile era optare per il Cloud.

L’azienda ha così deciso di portare in Cloud alcune risorse IT, in particolare i servizi web oggetto dellofferta verso i clienti, servizi ora residenti su un’infrastruttura IaaS di un provider esterno. Read More

Annunci

CA Technologies indaga il modello IAM as-a-service

Sicurezza cloud. L’Italia è scettica, ma le tecnologie cloud di Identity and Access Management potrebbero convertire le aziende.

cloud okL’indagine paneuropea “The Adoption of Cloud-Based Services – Increasing confidence through effective security” condotta da Quocirca per CA Technologies sembra indicare che le soluzioni di Identity and Access Management (IAM) basate su cloud infonderebbero nelle organizzazioni italiane la fiducia necessaria ad adottare i servizi cloud e a diventarne convinte sostenitrici. D’altra parte una delle barriere all’adozione del cloud è la sicurezza dei dati e il 90% delle aziende italiane maldisposte verso il cloud non ritiene di avere le competenze o le risorse (80%) necessarie per operare i servizi cloud in piena sicurezza.

Emerge un modello IAMaaS (IAM as-a-service) on-demand che potrebbe contribuire a dissipare le perplessità nutrite dalle aziende scettiche nei confronti del cloud e abbattere i costi di gestione della sicurezza. Circa il 73% delle aziende italiane inclini all’adozione del cloud reputa che molti servizi di security, compreso il Single Sign On (SSO) e la gestione federativa delle identità e degli accessi, andrebbero erogati tramite un modello IAMaaS o ibrido. Gli ostacoli più grandi all’adozione dei servizi cloud da parte delle imprese italiane diffidenti nei confronti del cloud ruotano attorno alla sicurezza delle informazioni: le potenziali minacce al possesso dei dati rappresentano una grossa fonte di preoccupazione (annoverata fra le ‘Top 3’ dal 70% degli intervistati), seguite da preoccupazioni sulla riservatezza (50%) e sulla conformità alle normative sulla tutela dei dati (30%). Read More

T-Systems arricchisce i suoi “Dynamic Services for Collaboration” con i servizi Fax e SMS di Retarus

cloud-computing-130731095639_mediumRetarus, provider globale di Managed Services per la comunicazione elettronica aziendale via e-mail, fax, SMS e EDI, diventa partner del programma Dynamic Services for Collaboration (DSC) di T-Systems. Le due imprese offrono una soluzione cloud ibrida altamente scalabile che permette una comunicazione Fax e SMS affidabile tramite la piattaforma DSC.

Grazie alla connessione fra Retarus Messaging Cloud e la Private-Cloud DSC (Exchange, SharePoint, Lync) i clienti di
T-Systems hanno la possibilità di inviare e ricevere corrispondenza business via Fax e SMS. Una soluzione che elimina le costose infrastrutture interne di gestione Fax e SMS che richiedono manutenzione e aggiornamenti ricorrenti.

I clienti di T-Systems possono consolidare la loro infrastruttura IT

“I nostri servizi cloud Fax e SMS sono disponibili a livello mondiale e offrono una soluzione completa volta a sostituire a complessa gestione di soluzioni interne. Da più di 20 anni, operiamo nell’ambito della comunicazione elettronica aziendale e offriamo ai nostri clienti una vasta gamma di servizi innovativi con cui ridurre nel lungo periodo la complessità della loro infrastruttura IT”, commenta Nicola Caimi, Country Manager di Retarus Srl.
“Migliaia di clienti di svariati settori comunicano con i loro clienti, business partner e dipendenti grazie a Retarus. Fra i clienti ricordiamo Adidas, American Airlines, Bayer, Continental, DHL, Honda, Linde, Osram, Puma, Sixt, Sony e Thomas Cook. Tramite la connessione dei Dynamic Services for Collaboration alla nostra infrastruttura di messaging globale, i clienti di T-Systems possono beneficiare delle alte performance dei nostri servizi cloud”, aggiunge Caimi.
Come piattaforma UCC (Unified Communications & Collaborations) i Dynamic Services for Collaboration si rivolgono alle imprese con più di 5.000 dipendenti e alla loro necessità di comunicare in modo performante. Read More

Evento AUSED: “La scelta di servizi Cloud…”

Aspetti legali e contrattuali e impatti emergenti sul mondo della domanda e dell’offerta

logo_aused_rossoIl prossimo 30 gennaio, dalle ore 9.00 presso lo Star Hotel Ritz di via Spallanzani 40 a Milano, l’AUSED propone l’evento gratuito sul tema “La scelta di servizi Cloud analizzata non solo dal punto di vista tecnologico e/o strategico ma soprattutto dal punto di vista legale – contrattuale.”

I contratti per i servizi di cloud computing sono di grande attualità ma presentano profili di rischio sia per le complesse tematiche normative sottostanti soprattutto in materia di trattamento dati personali, sia per le clausole che i fornitori propongono ai clienti, spesso insoddisfacenti per i clienti.

Partendo dai lavori che sta avviando il Gruppo di esperti in materia di contratti di cloud computing creato dalla Commissione Europea, Gabriele Faggioli, legale, ci parlerà delle maggiori tematiche legali e criticità contrattuali che le aziende devono affrontare nella negoziazione di un contratto di servizi di cloud computing. Seguiranno gli interventi di testimonianza Aziendale da cui cercheremo di capire i principali aspetti di  impatto che coinvolgono il mondo della domanda e dell’offerta. Una tavola rotonda finale coordinata dal Moderatore con la partecipazione dei relatori e l’interazione con i partecipanti, come nello stile AUSED, concluderà l’evento. Read More