e-Alarm, Starter kit per sistema di allarme wireless su cellulari

SistemaAfdrukken di allarme controllato mediante applicazione wireless affidabile basato su scheda SIM per cellulari

Lo Starter Kit per il sistema di allarme wireless su cellulari EM8610 di Eminent rappresenta la soluzione ideale per proteggere casa e ufficio.
EM8610 funziona tramite la rete mobile e si configura in modo estremamente semplice. Grazie alla batteria ausiliaria in dotazione, il sistema è in grado di funzionare anche in caso di interruzione di corrente.
Lo Starter Kit EM8610 è composto da:
• pannello di controllo, con slot integrato per la scheda SIM, sirena a 110 dB integrata e adattatore di alimentazione
• 1 rilevatore di movimento wireless
• 1 contatto porta/finestra wireless
• 2 telecomandi
• 2 tag RFID

Il sistema di allarme supporta fino a 50 sensori wireless e fino a 5 numeri di telefono programmabili, sufficienti per proteggere comodamente la casa o l’ufficio.
È possibile controllare il sistema di allarme EM8610 tramite il pannello di controllo, il telecomando, il tag RFID o l’apposita app per smartphone disponibile per Apple iOS e per Android.

Notifiche di allarme tramite l’affidabile rete mobile
Il sistema di allarme invia le notifiche di allarme tramite la scheda SIM per cellulari* presente nel pannello di controllo. Questo rende il sistema di allarme maggiormente affidabile rispetto ai sistemi basati su connessione internet o linee telefoniche analogiche. Read More

Il WiFi in Italia è veramente libero?

wifiGiovanni Guerri, Presidente e CEO di Guglielmo uno tra i principali wireless internet service provider in Italia, crede che attorno al WiFi pubblico si stia realizzando un perfetto esempio di caos legislativo

Recentemente è stata resa nota dai principali organi di stampa una sentenza dell’Autorità Garante della Privacy che, nella sostanza, conferma l’abrogazione del noto Decreto Pisanu (D.L. 144/05) sottolineando così che non è più necessario e obbligatorio identificare gli utenti che accedono ad una rete wifi pubblica.

Questa notizia viene periodicamente riproposta come una non meglio precisata autorizzazione incondizionata a lasciare le reti wifi aperte negli spazi pubblici, senza alcuna responsabilità nei confronti degli utenti che dovessero compiere attività online illegali, con grande stupore e perplessità da parte dei professionisti del settore.

La possibilità di aprire la propria rete WiFi ovviamente non è un’ attività illecita ed è una scelta che dipende esclusivamente dal titolare della linea ADSL sia esso un sistema wifi pubblico come un bar o ristorante oppure un normale wifi domestico ma, in caso di operazioni online che violano le norme legislative, il titolare dell’impianto ne è comunque responsabile.

“A mio avviso in Italia c’è un caos legislativo e di conseguenza interpretativo riguardo il WiFi pubblico accentuato ultimamente dalla notizia che il Garante della Privacy ha confermato che i gestori non hanno alcuna responsabilità circa la navigazione in Internet effettuata dagli utenti – afferma Giovanni Guerri, CEO e Presidente di Guglielmo – va chiarito in modo molto netto che tutte le attività online ricadono sotto la responsabilità del proprietario dell’impianto, come accade in qualsiasi altro paese del mondo. Read More

WDS presenta le tendenze del settore wireless per il 2013

wdsWDS, una società Xerox (NYSE: XRX) specializzata in soluzioni di customer experience management per il segmento wireless, ha reso note come ogni anno le proprie previsioni relative alle tendenze attese nel 2013 nel settore delle tecnologie wireless.

Il testo completo dell’analisi WDS e la relativa infografica sono scaricabili rispettivamente dai seguenti link: analisi e infografica.

“Riteniamo che nel 2013 i progetti di Near Field Communication (NFC) saranno ancora più focalizzati sul trasferimento di informazioni e sull’autenticazione, più che sul cosiddetto denaro mobile”, ha dichiarato Tim Deluca-Smith, Vice President of Marketing di WDS. “Un’altra previsione riguarda il rafforzamento della presenza sul mercato di Android OS, grazie a nuovi annunci in ulteriori segmenti dell’elettronica di consumo, quali ad esempio le smart TV e i navigatori satellitari. È atteso il grande ritorno anche di Microsoft e BlackBerry, grazie alla protezione offerta sui brevetti e a nuovi dispositivi. Il 2013 sarà caratterizzato da importanti cambiamenti, e da una costante e rapidacrescita dell’innovazione in campo mobile”.

Ecco in breve le tendenze del segmento wireless previste da WDS per il 2013:

1. Le pressioni sui prezzi garantiranno la sopravvivenza dei “feature phone”. Sebbene nel 2013 questa categoria di prodotti confermerà il proprio ruolo secondario rispetto agli smartphone, le pressioni in atto sui prezzi ne assicureranno la sopravvivenza.

2. I progetti NFC si focalizzeranno sulla condivisione delle informazioni. Fino ad ora la tecnologia NFC è stata sinonimo di pagamenti mobili. Tuttavia WDS si aspetta che nel 2013 i deployment NFC si focalizzino nuovamente sulla condivisione delle informazioni. Read More